Chi vincerà la battaglia delle sidewalk surfers ?


Dopo la tecnologia e la rete uno dei miei maggiori interessi sono le scarpe.

Questa estate si affacciano nel panorama delle calzature di tendenza le sidewalk surfer. Sono dei mocassini da uomo e da donna in tela costruiti sull’impianto di una ciabatta da mare.

Sulla scena ecco i principali attori :

Crocs

La simpatica multinazionale americana già nota al grande pubblico per l’orrido zoccolo di gomma traforato Cayman propone il modello Santa Cruz .

santacruz

La tomaia è in canvas massiccio e la suola nell’ormai famoso crocslite , la resina di E.V.A. espansa leggera e indeformabile.

Purtroppo anche il soletto è in crocslite  e la natura completamente sintetica assicura una sudorazione abbondante del piede durante la stagione più calda.

Io le ho provate e sono straordinariamente comode , anche se la prima sensazione è quella di una calzatura malsana per il piede.

Voto : 4

Sanuk

Sono gli inventori del sidewalk surfer .

sanuk

la tomaia è in canvas morbido di buona “onciatura” con dei fori per la ventilazione che ricordano vagamente il Chuck Taylor di Converse. Una bordatura in juta sul guardolo impreziosisce l’articolo dal punto di vista estetico ma non conferisce nessuna ultetiore robustezza alla cucitura.

La costruzione è “slipper” con la tomaia ancorata alla suola mediante inserti incollati nel sottopiede.

Il sottpiede anche qui è in full E.V.A. e quindi non garantisce la salubrità del piede.

La suola è in E.V.A. sagomata di ottima qualità e densità con outer outsole in gomma e tessuto amalgamati insieme per dare un effetto “organic” 🙂

Molto superiore a Crocs per fattura ma ancora una volta non ci siamo , sono dei sudari. Depone a loro favore la predisposizione alla calzata slipper che si ottiene  ripiegando il morbido tallone , in modo che se i piedi dovessero andare in ebollizione si possono sfilare con agilità.

Voto : 7

Hey Dude

Disclaimer , prima che mi diciate che sono un paraculo.

Hey Dude è di mio cugino Alessandro ed io ho curato la realizzazione del sito dudeshoes.org.

dude

E’ un ibrido tra i due modelli appena descritti . Tomaia canvas 18 once con fori per la ventilazione , suola in E.V.A. “mould”  (come il santa cruz) , predisposizione per lo slipper fitting e soletto antishock in pelle.

Questa ultima modifica permette all’ heydude di essere il meno “scaldoso” della serie.

Io ovviamente appena la stagione lo ha permesso l’ho messo ai piedi e non riesco più a togliermelo per quanto è comodo.

Inoltre Heydude è disponibile in una miriade di combinazioni di tessuti , tra cui il cotton tartan e in edizioni limitate con design in creative commons di Dario Kaute.

Le Heydude sono piaciute così tanto ai Gemboy che hanno deciso di calzarle durante tutti i loro concerti 🙂 (giuro che non li abbiamo pagati e non li abbiamo nemmeno cercati come trend setters )

Voto : 8

The winner is : Dudeshoes !

Annunci

One Comment

  1. Posted maggio 18, 2009 at 4:47 pm | Permalink

    Sai che sono davvero carine? Soprattutto il modello Skull nero (a prima vista) 🙂

Pubblica un Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: